biello.it

Tag: vegan (page 1 of 2)

Fanculo ciclisti e vegani.

Segnalo questo bell’articolo uscito su wired.

HO VOLUTO LA BICICLETTA di  Matteo Scarabelli

Perché la bicicletta dà tanto fastidio? E per quale ragione la mobilità urbana scalda le discussioni come il calcio e la politica? Secondo me è per paura. Paura del cambiamento. Come succede per i vegani.

http://blog.wired.it/labicicletta/2012/09/27/fanco-i-ciclisti.html

Consumo di uova associato al cancro – Lo yogurt della mamma mette il bambino a rischio di asma

********************************************************************
Societa’ Scientifica di Nutrizione Vegetariana
http://www.scienzavegetariana.it
********************************************************************

 

Cari lettori,

riportiamo due “notizie flash” divulgate dal PCRM, l’associazione di medici statunitensi per una medicina responsabile, sul tema dei danni alla salute umana del consumo di uova e latticini. Si tratta delle conclusioni di due studi pubblicati di recente.

——————————

*Consumo di uova associato al cancro*

Il consumo di uova e’ associato allo sviluppo del cancro alla prostate, secondo un nuovo studio finanziato dall’Istituto Nazionale per la Salute statunitense. Consumando due uova e mezza in media la settimana, gli uomini che hanno partecipato a questo studio di popolazione hanno aumentato dell’81% il loro rischio di sviluppare una forma mortale di cancro alla prostata, in confronto a coloro che hanno consumato meno di mezzo uovo la settimana.
Continue reading

Chiuso per sempre

Percorso fotografico all’interno dell’ex mattatoio di Testaccio

Nel 1975 chiudevano i cancelli del mattatoio di Testaccio che doveva essere spostato e sostituito da uno più moderno e funzionale.
Un macello adatto ai crescenti ritmi di produzione e alla nuova urbanistica della città, che rendeva lo spettacolo indecente della macellazione troppo vicino agli occhi delle persone, insieme allo sporco e gli odori nauseabondi.

Oggi, nell’ex mattoio di Testaccio, un’ area di ben 25.000m², molti dei locali adibiti alla macellazione ed allo stallo degli animali hanno preso nuova vita: ospitano uffici, atenei, installazioni artistiche nel Macro e La città dell’altra economia, uno spazio di 3.500m² dedicato al consumo consapevole, al biologico e al commercio equo, che ospita bar ristoranti, mostre e mercati bio.

La parte ancora inutilizzata del mattatoio conserva le vecchie strutture oramai sopraffatte dal tempo e da nuova sporcizia.

Continue reading

Cambiamenti climatici e specie migratorie: la catastrofe e’ alle porte.

Perderemo per sempre animali come tartarughe, balene azzurre e manati?
Sembrerebbe di si rispetto al rapporto pubblicato dall’United Nations environment programme (Unep), la Zoological society of London e la Convention on the conservation of migratory species dell’Unep (Cms) dal titolo “Climate change catastrophe for migratory species” che ci rivela quanto le specie migratrici, come le tartarughe e le balene siano estremamente vulnerabili al cambiamento climatico.

A Londra, in occasione della presentazione del libro “Survival: Saving Endangered Migratory Species“, del giornalista Stanley Johns e di Robert Vagg, si sono discussi i primi risultati del rapporto e analizzate le possibili soluzioni ad un problema che si preannuncia catastrofico per la sorte degli animali migratori terrestri di aria e marini in particolare.

Tra le specie più in pericolo c’è anche la tartaruga Caretta Caretta, un tempo comune anche nel Mediterraneo, a rischio per la rarefazione delle spiagge favorevoli alla deposizione delle uova a causa dell’aumento del livello dei mari e dell’aumento delle temperature che potrebbero causare la femminilizzazione dell’intera popolazione, comportano la rapida scomparsa dei maschi della specie. E’ infatti la temperatura che determina il sesso delle Caretta caretta. Continue reading

Vegetariani e Vegani piu’ sensibili alla sofferenza altrui

bimba con gallina“Vegetariani e Vegani piu’ sensibili alla sofferenza altrui”

Uno studio dei ricercatori del San raffaele di Milano mostra come vegetariani e vegani siano più empatici verso esseri umani e animali rispetto agli onnivori…

Pubblichiamo la notizia anche se sinceramente, ci ha lasciati un po’ perplessi: c’era forse bisogno di lunghi e sicuramente costosi studi neurologici per arrivare a questo risultato?
Non e’ forse abbastanza evidente che chi, per scelta prettamente etica, esclude dalla propria dieta prodotti di origine animale e predilige cibi poco lavorati (evitando sofferenza, inutili sprechi di risorse energetiche e uso di prodotti chimici dannosi per l’uomo e l’ambiente) abbia una diversa sensibilita’ verso l’altrui sofferenza e un impegno maggiore per il benessere comune?

Continue reading

Vivere senza latte: una scelta auspicabile.

Si sente parlare sempre piu’ spesso dei rischi sulla salute umana e sull’ambiente dati dall’aumento della produzione e del consumo di latte; i ricercatori delle aziende zootecniche propongono soluzioni fantasiose e spesso poco efficaci per risolvere questi problemi, che vanno dal rendere il latte vaccino piu’ digeribile per la specie umana al tamponamento dei danni ambientali ed economici provocati dagli allevamenti intensivi.

Vi proponiamo questo articolo di greenreport.it, rimanendo come al solito convinti che rinunciare al consumo di prodotti di origine animale, compresi il latte e i suoi derivati, sia l’unica soluzione possibile per tutelare la nostra salute, le risorse naturali e soprattutto il benessere degli animali rinchiusi negli allevamenti intensivi e nelle aziende agricole...anche se biologiche.

Continue reading

Multinazionali come novelli Frankenstein, ecco i nuovi “mostri”

Mentre nel vecchio continente la commissione europea approva la coltivazione della patata della BASF e del mais della Monsanto, mettendo i profitti della lobby degli OGM al di sopra delle preoccupazioni per la salute della pubblica opinione, in America continua la sperimentazione per il primo maiale geneticamente modificato destinato all’uso alimentare, l’EnviroPig, che potrebbe comparire sulle tavole degli americani a breve.
Continue reading

L’amour, tojours l’amour

Un fantasma si aggira per i forum (vegan). E’ il fantasma della B12. Se non prendete gli integratori di vitamina B12 sapete cosa vi succederà?! Dolcemente ma senza scampo svanirete e non si sentirà più parlare di voi, puff! com’era quel film di Hitchcock?! The lady vanishes
Molti medici e nutrizionisti sostengono che i supplementi di vitamina B12 siano fondamentali per la salute dei vegan. Sarà vero?
Nel 1996, Victor Herbert ha determinato che la deficienza da vitamina B12 è molto rara tra i vegan, anche tra quelli che non prendono i supplementi vitaminici specifici. La sua ricerca è stata pubblicata sull’American Journal of Clinical Nutrition, vol.59(suppl), pp. 1213S-1222S. Nonostante questo, il mito della carenza da B12 continua.

Se avete l’impressione che dovreste mangiare più B12 (prodotta dall’azione dei batteri), potreste anche comprare carote da coltivazione biologica e mangiarne le radici senza lavarle. Infatti, lavandole uccidereste i batteri, ricchi di B12… Insomma, la questione è aperta. Io il supplemento di B12 lo prendo, una volta a settimana, ma certo queste ricerche fanno pensare, uhm… Perchè le informazioni che ci arrivano sono sempre parziali? Vorrei saperne di più. Continue reading

Maiale sarai tu!

Se fosse un insulto te lo direi:Maiale!
Ma non è un insulto, è un animale.
Un essere senziente dolce e affettuoso.
Non come te che ingurgiti qualsiasi cosa,
sfrutti e non guardi, uccidi e non pensi, ingoi e ridi.

Se fosse un insulto te lo direi: Asino!
Ma anche questo è un animale sensibile e intelligente.
Non come te che vivi nell’ignoranza e nell’ apatia.
Ti volti di fronte alle ingiustizie , non ti riguardano dici.
Ma sei tu stesso il mandante, non lo sapevi?

Se fosse un insulto te lo direi: Cane!
Ma il cane è un essere amorevole e delizioso.
Non come te che uccidi i tuoi fratelli,
Usi e abusi, distruggi e pretendi.

Se fosse un insulto te lo direi: Vacca!
Ma le vacche sono mansuete e bonarie
Al contrario di te che sei carceriere e boia
Necroforo e necrofago senza necessità.

Se fossero insulti te li urlerei:
Maiale, Asino, Cane e Vacca.
Ma sono inappropriati.
Uomo ti dovrebbe stare bene,
Ma Stronzo bastardo va meglio.

Andrea Biello

Olderposts

Copyright © 2018 biello.it

Theme by Anders NorenUp ↑