Le foto di questo album le ho scattate nelle ultime settimane di vita di mio padre.

Per lungo tempo ho pensato a mio padre come una persona sola, ma mi sbagliavo. Le persone che ha avuto vicino in questi anni difficili lo hanno amato e aiutato e lui li ha ricambiati con la sua dolcezza e generosità d’animo.
Mio padre è sempre stato una persona buona e non chiedeva null’altro dalla vita che affetto.

La cosa che mi ha stupito in questo ultimo, drammatico periodo, è stato l’amore che si respirava attorno a lui.

Le persone che ci sono state vicino hanno dimostrato un affetto straordinario che va al di là di qualsiasi interesse, è questo l’amore, quello che fa si che la vita valga la pena di essere vissuta in ogni suo istante.

Grazie a voi per le vostre parole, i vostri baci, i vostri abbracci, il vostro supporto morale e fisico; anche quando ci siamo sentiti soli e abbandonati c’é sempre stato qualcuno ad aiutarci.

Papà all’inizio di questa avventura (due mesi fa) mi diceva: “Andrea io ho solo te”, ma non era vero. Abbiamo avuto anche: Mio cugino Simone, infaticabile, che ci ha aiutato ogni giorno, la mia Janina che mi è stata accanto nei momenti più difficili, Marzia che non ha mai smesso di farlo sorridere e di coccolarlo, il mio amico fraterno Ge che c’è stato sempre, mia madre Bruna e mia sorella Giulia con tutto l’amore dimostrato, gli amici che sono venuti a trovarlo: Tania e Yasmine, Patrizia, Giampiero, Emiliana Giordana, Fabio. La mia famiglia: nonna Giuliana, gli zii: Alfredo, Angela, Stefania, Gianfranco, Fiorella. I vicini: Carla, Franco, Antonietta che non l’hanno mai abbandonato. Giovanna che ogni giorno ci faceva sentire il suo affetto.

Tutto il meraviglioso personale dell’associazione Antea Associazione che si occupa di malati terminali e che ci ha accolto nella sua meravigliosa struttura con amore,
prendendosi cura di mio padre e anche di me e che non smetterò mai di ringraziare.

Sono queste le persone che hanno reso mio padre felice di sentirsi amato e mai solo.

Grazie anche ai miei amici Davide, Federica, Elisa, Giuliano, Luca , Lorenzo, Marco, per il supporto, grazie alla meravigliosa comunità di Monteroduni e ai nostri parenti di Isernia ( Mauro, Michele Forte e famiglia) che il giorno del funerale mi sono stati vicino e sostenuto con il loro affetto.

Grazie di cuore da me e dal mio Papà che non mi ha mai fatto mancare una parola gentile e affettuosa per ogn’uno voi che ci siete stati vicino giorno dopo giorno fino alla fine.

Grazie infinite da parte mia per avergli voluto bene.

Ciao Papà.
Andrea.